Società Campi di rieducazione cinesi: nello Xinjiang sono internati gli Uiguri

Video
Added
gennaio 13, 2021
Visualizzazioni
113
Valutazione
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
DESCRIZIONE

Campo di rieducazione dello Xinjiang: i documenti rivelano come gli Uiguri abbiano subito il “lavaggio del cervello”

L’ultima serie di documenti ricevuti dalla BBC rivela per la prima volta in dettaglio come la Cina abbia “fatto il lavaggio del cervello” a milioni di Uiguri in un sistema di campi di detenzione altamente sicuro.

Una serie di documenti ha recentemente rivelato come le autorità cinesi abbiano istituito un sistema di campi di rieducazione nello Xinjiang per “fare il lavaggio del cervello” a milioni di Uiguri.

Il governo cinese ha sempre affermato che queste istituzioni forniscono istruzione e formazione professionale. Ma i documenti ufficiali visti sul “Grandangolare” della BBC mostrano come i prigionieri in questi campi fossero tenuti, indottrinati e puniti.

L’ambasciatore cinese nel Regno Unito ha respinto questi documenti come false notizie.

Questi documenti sono stati divulgati dall’International Consortium of Investigative Journalists, che ha collaborato con 17 organi di stampa tra cui il programma “Wide Lens” della BBC britannica e il “Guardian“.

Negli ultimi tre anni, il governo cinese ha allestito campi di detenzione nello Xinjiang, sostenendo che era per combattere l’estremismo e rieducare la gente del posto, ma le nuove prove scoperte dalle indagini confutano le affermazioni di Pechino.

Entrare nel “campo di trasformazione del pensiero” cinese

È stato riferito che circa 1 milione di persone sono state detenute senza processo, la maggior parte delle quali erano musulmani Uiguri.

La International League of Investigative Journalists ha fatto riferimento ai documenti del governo cinese trapelati come “China Cables“, incluso un documento di nove pagine rilasciato da Zhu Hailun, allora vice segretario del Comitato del partito della regione autonoma uigura dello Xinjiang, ai dirigenti del campo di rieducazione nel 2017. A quel tempo, Zhu Hailun È il funzionario di sicurezza locale di più alto livello.

Ha chiaramente sottolineato che questi campi sono prigioni pesantemente sorvegliate, con rigida disciplina e punizione, e non è consentita alcuna fuga.

Le istruzioni sono:

– “Non permettere mai incidenti di fuga”

– “Aumentare la punizione e la punizione per le violazioni”

– “Promuovi gli studenti a pentirsi, riabilitare, riferire ed esporre”

– “Insisti per imparare il mandarino in classe ogni giorno”

– “Incoraggia gli studenti a obbedire alla direzione e a trasformarsi veramente”

“(Garantire) la videosorveglianza delle aule dei dormitori deve essere completamente coperta, senza punti ciechi”

Il documento rivelava il modo in cui i detenuti venivano monitorati: “La pratica di letti fissi, posti in coda fissi, posti fissi in aula e posti operativi tecnici fissi per gli studenti è severamente vietato”.

“Rafforzare il codice di condotta per gli studenti nella vita quotidiana e attuare il codice di condotta e i requisiti della disciplina come alzarsi, chiamare, lavarsi, andare in bagno, riordinare la casa, mangiare, studiare, andare a letto e chiudere le porte”.

Altri documenti verificano anche le dimensioni del campo di detenzione. Uno ha rivelato che 15.000 persone sono state inviate ai campi di rieducazione in una sola settimana del 2017.

Sophie Richardson, direttore del Dipartimento cinese di Human Rights Watch, ha detto che il pubblico ministero dovrebbe utilizzare i documenti trapelati.

“Questa è una prova che può essere utilizzata per il processo, registrando gravi violazioni dei diritti umani”, ha detto. “Penso che ogni detenuto possa essere descritto come almeno psicologicamente torturato perché in realtà non sanno dove si troveranno. quanto tempo. ”

I documenti mostrano anche che i detenuti possono essere rilasciati solo quando il loro comportamento, le loro convinzioni e il loro linguaggio sono stati trasformati.

“Promuovi gli studenti a pentirsi e riabilitare, denunciare ed esporre e avere una profonda comprensione della natura illegale, criminale e pericolosa dei comportamenti precedenti”. Il documento afferma: “Per coloro che hanno una vaga comprensione, atteggiamenti negativi o persino resistenza, i quadri dell’istruzione e della gestione saranno” un pacchetto in più, “e altri metodi per realizzare la trasformazione educativa per garantire l’effetto”.

Fede nelle rovine: la moschea perduta in Cina

Secondo Ben Emmerson QC, avvocato per i diritti umani e consulente del Congresso mondiale degli uiguri, il campo di rieducazione sta cercando di cambiare l’identità delle persone.

“Fatta eccezione per il piano di lavaggio del cervello su larga scala progettato e attuato per l’intera comunità etnica, è difficile pensarlo come qualcos’altro”, ha detto.

“Si tratta di una trasformazione completa volta a cancellare dalla terra gruppi culturali indipendenti di musulmani”.

Il documento ha anche affermato che l’amministratore conduce la gestione dei punti sulla base della “trasformazione ideologica, studio e formazione, rispetto e disciplina” del detenuto.

I punti sono la base fondamentale per le autorità per misurare gli “effetti dell’istruzione e della formazione” e sono direttamente collegati a ricompense e punizioni per i poveri e agli incontri familiari. La valutazione e l’approvazione del completamento del corso richiede una valutazione preliminare da parte del gruppo di lavoro di valutazione del completamento del tirocinante di ciascun centro di formazione, e quindi riferire gradualmente alla contea (città, distretto) e alla prefettura (stato, città) Vocational Skills Education and Training Service Administration per la rivalutazione e la valutazione finale.

I documenti trapelati hanno anche rivelato come il governo cinese conduce programmi di polizia di sorveglianza e allerta precoce su larga scala per analizzare i dati personali.

Secondo un documento, il comitato del partito della regione autonoma dello Xinjiang ha contato il numero di utenti di un software di file-sharing: più di 1,8 milioni di persone nello Xinjiang utilizzano un’applicazione di condivisione dati chiamata “Kaiya”. Secondo il documento, gli estremisti terroristici utilizzano spesso il software per diffondere audio e video terroristici.

Uiguri dello Xinjiang: “Cina, dove sono i miei figli?”

Il governo cinese richiede che vengano indagati 40.557 di loro, coloro che non possono essere esclusi per il momento dovrebbero concentrarsi sulla formazione e ulteriori controlli e riesami.

Ci sono anche documenti che istruiscono ad arrestare alcuni uiguri di nazionalità straniera e seguire alcuni uiguri residenti all’estero. I documenti mostrano che le ambasciate ei consolati cinesi all’estero fanno già parte della rete di ricerca globale.

Liu Xiaoming, l’ambasciatore cinese nel Regno Unito, ha affermato che le misure del governo hanno protetto i residenti locali e che negli ultimi tre anni non ci sono stati attacchi terroristici nello Xinjiang.

“Oggi la società è stabile e le persone di tutti i gruppi etnici sono unite. I residenti vivono felici e si sentono più sicuri e soddisfatti”.

“Alcune persone in Occidente ignorano completamente i fatti e calunniano e diffamano deliberatamente la Cina sulla questione dello Xinjiang, cercando di interferire negli affari interni della Cina, interrompere gli sforzi antiterrorismo della Cina nello Xinjiang e minacciare lo sviluppo stabile della Cina“.

Fonte: www.bbc.com

Leggi anche: comunismo cinese e pianificazione famigliare legge del figlio unico




    FEATURES



    LASCIA UN MESSAGGIO A QUESTO AUTORE

    Risolvi l'operazione: trova la X 2 + 6 =

    All copyrights reserved © - 42doit.com